Al via la sagra del fromaggio di Santo Stefano Quisquina

E’ il Quisquina Cheese Festival, Sagra del Formaggio e dei prodotti tipici che si svolge il 12 e 13 maggio 2018. 

La Manifestazione annuale è dedicata alla valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti tipici. Il Comune di S.Stefano Quisquina (AG) fa parte del Distretto Rurale di Qualità dei Sicani e occupa una posizione quasi centrale rispetto al Parco dei Monti Sicani. Terra di specialità lattiero casearie e non solo, questo angolo della Sicilia vanta un’antica tradizione in un’attività che taluni definiscono “sintesi perfetta tra economia e territorio”.
La manifestazione ospiterà produttori del territorio che presenteranno diversi tipi di formaggi e prodotti tipici. Un vero e proprio trionfo di sapori e saperi artigianali. La vasta scelta di prodotti sarà arricchita da un intenso programma di intrattenimento adatto a tutte le generazioni: chef d’eccezione delizieranno i visitatori con pietanze creative e degustazioni, mentre i bambini potranno imparare moltissimo su latte e derivati con laboratori e attività ludico didattiche pensate per l’occasione; completeranno la manifestazione incontri informativi, spettacoli, degustazioni di latte fresco, degustazioni di ricotta appena preparata e di altri prodotti lattiero-caseari tipici, come il caciocavallo, la tuma, il primo sale e lo stagionato. Tutto ciò accompagnato dalle sonorità delle tradizioni popolari meridionali.
Per il Sindaco Francesco Cacciatore, “l’evento oltre a rappresentare un momento di festa vuole inquadrarsi nel percorso tracciato dall’amministrazione comunale sui due segmenti turistici sui quali si stanno puntando i riflettori: da un lato il turismo relazionale , con la presenza dell’ente in diverse manifestazioni e fiere di settore di promozione del territorio, dall’altro il turismo religioso, grazie alla presenza de “l’Itinerarium Rosaliae” che collega Monte Pellegrino con l’Eremo di S. Rosalia alla Quisquina. Tutto ciò non trascurando le premiate eccellenze agroalimentari del territorio che eventi come l’annuale Sagra mettono in risalto con estrema naturalezza”.
Santo Stefano Quisquina è situato nel cuore dei monti sicani, a 732 m s.l.m.
Il territorio ricco di acque e di terre fertili ha subito diverse dominazioni e civiltà e i primi dati certi risalgono al 1729 quando il paese venne dedicato a Santo Stefano, probabilmente perché l’area è coronata da monti, dal greco Stefanos che vuol dire corona.Da visitare le belle costruzioni del Settecento e in particolare e la Chiesa Madre del XVI secolo dedicata a San Nicola di Bari che conserva un Crocifisso ligneo intagliato, la Chiesa del Santuario di Santa Rosalia, posto in luogo ameno, ricco di vegetazione e situato tra i monti Cammarata e delle Rose. Insigni sono le architetture urbane come il Palazzo Baronale dei Ventimiglia del 1745 e la splendida Fontana del XVIII secolo sita in piazza Castello. Il territorio è, in gran parte, adibito a pascolo ma non manca l’attività artigianale.La Riserva Naturale Orientata Monte Cammarata comprende anche il paese di Santo Stefano di Quisquina, ricordato soprattutto come luogo di devozione: a pochi chilometri dal centro abitato, sorge infatti l’Eremo della Quisquina, dove visse Santa Rosalia per dodici anni.